Chi siamo

Fanno parte del Comitato l'ex Assessore alla Cultura del Comune di Milano Guido Aghina, il critico d'arte Giorgio Seveso, la storica dell'arte Nicoletta Colombo, la giornalista e critica d’arte Chiara Gatti, la gallerista e moglie del Maestro Rosy Menta.

 

La segreteria è affidata ad Alice Rabbi.

Download
Atto costitutivo Comitato Gustavo Bonora
Documento Adobe Acrobat 87.3 KB


Cosa facciamo

Il Comitato opera per la tutela, valorizzazione e diffusione della conoscenza dell'opera artistica del Maestro Gustavo Bonora, promuovendo direttamente o indirettamente ogni iniziativa espositiva o di altra natura utile a tale scopo.

In particolare, tramite l’inventario della sua produzione, opera alla formazione, tenuta e aggiornamento di un Archivio e Catalogo generale ragionato delle opere del Maestro scomparso.

Tale Archivio/catalogo è uno strumento in progress che intende documentare su basi di rigore critico e scientifico l’intero corpus delle opere di Gustavo Bonora: dipinti, disegni, grafiche seriali, scenografie, bozzetti ecc.

Il Comitato lavora autonomamente servendosi di collaborazioni e consulenze per le proprie iniziative tutelari e per la redazione di questo importante strumento di documentazione. È a disposizione del pubblico per accogliere e valutare richieste di inserimento provenienti da collezionisti, galleristi e operatori privati nonché da istituzioni museali, enti pubblici ecc.


Come operiamo

Il comitato si riunisce periodicamente per aprire un'istruttoria relativa alle documentazioni pervenute, e per ogni opera per la quale si rinvengano elementi sufficienti redige una scheda in formato cartaceo ed elettronico, comprensiva di riproduzione fotografica e di tutte le notizie reperite, inviandone copia al richiedente come Attestato di inserimento dell'opera stessa nell'Archivio/catalogo generale, con la dicitura: "L'opera qui riprodotta è autentica ed è stata inserita nell'Archivio/catalogo delle opere di Gustavo Bonora", o, diversamente, come comunicazione che "Non sussistono elementi sufficienti per inserire l'opera qui riprodotta tra quelle ritenute autentiche di Gustavo Bonora". 


Richiesta d'inserimento

L’inserimento di opere nell'Archivio/catalogo generale deve essere richiesto tramite l'apposito modulo in formato PDF scaricabile qui di fianco

 

Tale modulo, compilato in ogni sua parte, deve pervenire unitamente al materiale allegato presso la Segreteria del Comitato per via postale o consegna a mano previo appuntamento.

Download
Modulo per inserimento in archivio
Bonora-modulo.pdf
Documento Adobe Acrobat 7.1 MB

 

Il modulo contiene Generalità e Codice Fiscale, indirizzo e recapiti postali/telefonici del richiedente, con la descrizione di misure, tecnica di realizzazione, scritte, date, etichette o timbri presenti sull'opera o sul retro, eventuale titolo e caratteristiche salienti, indicazione dei dati di provenienza e movimentazione se conosciuti. 

Il materiale allegato consiste in una fotografia professionale a colori dell’opera senza cornice e vetro, stampata in formato minimo di cm.15x15 più eventuali altre fotografie di scritte, date, etichette o timbri sull’opera o sul suo retro.

(Il materiale verrà trattenuto) 

Occorre unire fotocopia della ricevuta o indicazione digitale di bonifico eseguito su

UBI Banca Milano, IBAN: IT61W0504801609000000003246  intestato a:

"Comitato per la tutela dell'opera di Gustavo Bonora", con causale: “Richiesta di inserimento”, per l’importo di:

 

- euro 90,00  (IVA 22% compresa) per ciascuna opera in possesso di collezionisti, galleristi e operatori privati

- euro 30,00  (IVA 22% compresa) per ciascuna opera in possesso di istituzioni museali, enti pubblici o enti privati senza fini di lucro (pinacoteche, associazioni, fondazioni culturali etc.)

 

Richieste per lotti di opere o situazioni particolari verranno valutate dal Comitato caso per caso su contatto diretto.

Qualora la documentazione richiesta non fosse presentata in tutte le sue parti, la richiesta non potrà essere trattata e sarà nostra cura sollecitarne le opportune integrazioni. 

Criteri

Viene considerato sia l’aspetto documentale riferito all’opera, fornito dai proprietari o nella disponibilità del Comitato (pubblicazione su libri e cataloghi, dichiarazioni di autenticità manoscritta dall’Autore e simili), sia il giudizio critico sulla qualità estetica, l’esecuzione e la modalità tecnica di realizzazione dell’opera medesima. 

Le dichiarazioni di autenticità costituiscono criterio determinante qualora integralmente manoscritte dall’Autore e complete di firma ben riconoscibile a giudizio del Comitato, ma non quando rilasciate con mezzi meccanici (timbri o simili). 

La valutazione degli elementi documentali e il giudizio critico vengono formulati in maniera collegiale durante le periodiche riunioni del Comitato e successivamente riportati in modo sommario sulla Scheda rilasciata ai proprietari, firmata da uno o più membri del Comitato in rappresentanza di tutti. Copia della Scheda viene archiviata a cura del Comitato. 

Tali valutazioni e giudizi discendono per norma dall’esame della documentazione fotografica inviata, tuttavia in alcuni casi il Comitato non ritiene di poter formulare un parere senza esaminare direttamente l’opera e pertanto ne richiede il deposito temporaneo presso la propria sede, a carico del proprietario. Non vi è alcun obbligo di adempiere a tale richiesta, fermo restando che in mancanza non potrà essere compilata la relativa Scheda né restituite le spese di istruttoria. 

 

N.B. Le richieste di inserimento tramite la procedura indicata in questo sito implicano l'accettazione di questi Criteri Generali. 

 

Informativa per il trattamento dei dati personali ai sensi del D.L. 196/2003

Per l'inserimento di opere il Comitato chiede di fornire dati personali il cui trattamento sarà improntato a principi di correttezza, liceità, rigorosa tutela della riservatezza e dei diritti. Titolare dei dati raccolti è il Comitato, responsabile del trattamento è il suo legale rappresentante